Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

15/06/09

Una recensione "speciale"


Può un uomo, stanco di collezionare delusioni sentimentali, trasformarsi in un “webtomane” alla perpetua ricerca di avventure, pescando tra gli annunci per cuori solitari? Ce lo racconta in modo ironico, graffiante ma anche con sano e grottesco realismo il libro autobiografico “Astenersi perditempo” di Gianni Santoro, giornalista freelance con divagazioni da .. attore. Questo Jack Sparrow dei giorni nostri non cerca tesori o navi da conquistare ma, con lo stesso entusiasmo, si butta a pesce, prima nell'esperienza dell'agenzia matrimoniale, che però scarta quasi subito, poi scopre l’universo “parallelo” degli incontri al buio. All’inizio tramite inserzioni su giornali specializzati, successivamente, con l’avvento tecnologico, approda alle chat e alla messaggerie della rete. Quella che voleva essere solo una parentesi, una distrazione per sollevarsi momentaneamente dalle delusioni sentimentali subite, a poco a poco diventa per il nostro eroe una sorta di ossessione. Come un ragazzino goloso lasciato libero in una pasticceria, non riesce più a fermarsi. Perché, come le ciliegie, una tira l’altra, perché è divertente e non impegna. Così diventa sempre più difficile rinunciare a mettere alla prova il proprio potere di seduzione.. Insomma, in circa quindici anni di onorata attività, quest’uomo incontra oltre seicento donne. Alcune le conosce fuggevolmente, una parte di loro .. in senso biblico. In questo libro ci racconta come è andata, cosa ha provato, come si è divertito, spaventato (non mancano, infatti, le storie in perfetto stile “Attrazione fatale”), anche arrabbiato, a volte. Lo fa in modo garbato, nonostante la delicatezza dei temi, rispettando la privacy delle partner citate, ma non risparmiando alte punte di ironia nel raccontare gli aspetti grotteschi di alcuni episodi estremi . Forse qualcuna si riconoscerà, leggendo il libro. Quelle che si riconosceranno, sorrideranno, si sentiranno lusingate oppure .. si arrabbieranno, si dispiaceranno, ma sarà solo dentro di loro, perché l’anonimato è garantito (l’unica cosa di fantasia, assicura l’autore, sono i nomi ..) Lui, invece, della sua storia, ci ha raccontato tutto. Mettendosi a nudo, forse più nelle 226 pagine del libro di quando si infilava sotto le coperte. E dulcis in fundo, lasciando a noi e a sè stesso l’amletico dubbio: smettere o non smettere??

Nessun commento: