Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

26/09/08


Concorrenti pericolosi ?
Assolutamente no
Mi scrive Alfonso, di Lipomo (Co): " Ciao Gianni, ho letto il tuo bel blog e ti faccio i complimenti, tuttavia vorrei segnalarti che già esistono in commercio due libri come il tuo. Il primo si intitola "Me la dai la mail", il secondo è " Chat-Line: dalla trasgressione alla solitudine". Spero di non averti dato una cattiva notizia, e ti faccio comunque i migliori auguri!"
Caro Alfonso, ho avuto modo di leggere il libro "Me la dai la mail" (Edizioni Salani, e poi ristampato da una casa editrice dello stesso gruppo ma col titolo "Uomini e tope") e ho sentito parlare e mi sono documentato sul secondo. Il primo è anche divertente, ma lo ritengo.. come dire..una "furbata". Il tizio in questione, un francese 44enne, racconta un anno di rimorchio in chat, e mi viene da pensare che già in partenza pensava di scrivere un libro sull'argomento. E poi .. lui dettaglia minuziosamente un sacco di incontri, finendo per diventare monotematico: Troppa autocelebrazione, poi: non cita mai un "due di picche" conclamato, si sofferma troppo su tabelle, percentuali e quant'altro. Il libro "Chat Line" venduto solo nelle edicole (Edizioni Pubbliedi srl), è stato scritto dalla grafologa Mirka Cesari, nota per diverse apparizioni in tv. Anche in questo caso storco il naso, perchè lei riveste un ruolo da .."infiltrata" nel mondo delle chat e delle messaggerie virtuali, e si limita a scrivere anzichè incontrare le persone contattate (tra l'altro l'autrice è una donna di oltre 40 anni e si può dire tutto, meno che sia una donna attraente). Nel mio libro invece parlo di un percorso, di una sorta di..."stile di vita": 15 anni son mica pochi, questo significa essere entrati in un circolo vizioso dal quale uscire risulta sempre più difficile. Niente scoop, niente sensazionalismi, solo spaccati di vita vera, autentica. Racconto perchè e come ho cominciato, perchè e come la situazione, che doveva essere solo transitoria, mi è sfuggita di mano, forse perchè i risultati erano andati ben oltre ogni rosea previsione. Non c'è enfasi, non c'è vanagloria. C'è solo ironia, disincanto, il mio libro credo, e spero, faccia ridere, sorridere, ma anche riflettere..
Gianni

Nessun commento: