Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

30/01/09

Nelle redazioni giornalistiche di un tempo, il concetto che veniva trasmesso alle "nuove leve" era questo: "La vera notizia non è il cane che morde l'uomo, ma il contrario". In realtà le cose sono sempre andate diversamente, considerando come spesso, magari in mancanza di veri "scoop", vengano date in pasto alle gente notizie di cui se ne potrebbe fare tranquillamente a meno. Tuttavia l'oggettiva difficoltà nel trovare un editore per il mio libro trae forse origine proprio da quel concetto. Probabilmente se l'autrice autobiografica di "@stenersi perditempo" fosse una donna, ci sarebbe la fila di editori a contendersi la pubblicazione.
Volete mettere? 600 uomini incontrati in 15 anni, tutti i particolari raccontati con dovizia e precisione. Apparizioni televisive a go-go, minigonne e tacchi altissimi, proposte decenti e (soprattutto) indecenti, perfino il mitico Tinto Brass che fa del libro un film e..la protagonista..chi è? L'autrice del libro, naturalmente! Il libro vende centinaia di migliaia di copie, la pellicola cinematografica fa il record d'incassi, e Giovanna Santoro (anzi, lei diventerebbe JOHANNA DE SANTIS, suona meglio, con nome e cognome in mistica simbiosi..) diventa la nuova icona nazional-popolare della trasgressione on-line.

Suvvia.. un uomo che racconta il suoi 15 anni di appuntamenti al buio, per un totale di 600 e passa donne conosciute, a chi può interessare?

C'è un altro detto, che recita più o meno così: "Un uomo che tradisce è un uomo, una donna che tradisce è una zoccola".

Ecco, forse ho sbagliato l'ennesima cosa nella mia vita: nascere uomo anzichè donna! In versione JOHANNA DE SANTIS sarei probabilmente già ricca e famosa. E zoccola, soprattutto.

Invece ho appena finito di leggere la mail di un editore, che attraverso la solita frase copincolla mi dice: "La ringraziamo per averci proposto la sua opera, ma sia i contenuti che lo stile non sono adatti alla nostra collana editoriale".

PROSIT !


Nessun commento: