Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

18/01/12

L'avete voluta? Mo' pedalate!

Chat, Facebook, incontri al buio. Che orrore! I sociologi si scandalizzano, e pontificano attraverso le colonne dei giornali. Ecco un saggio recente: " Diciamoci la verità, la coppia classica, con tanti pensieri in testa, un lavoro e una famiglia da gestire, non ha tempo e voglia di stare su Facebook. Se si sta ore a scambiarsi messaggini con simil sconosciuti o con l'ex di 10 anni fa ...c'è qualcosa che non va". Parole e musica di Laura Logli, matrimonialista, che recentemente ha seguito una separazione scatenata da Facebook. E, sempre sul tema, rincara la dose Concetta Iapello, luminare psicoterapeuta della coppia: "Sulle chat e su Facebook tutto è più immediato. Una cosa è ascoltare una persona, un'altra è leggere una sua mail. Si possono mediare le reazioni." La chicca arriva poi da Miriam Ponzi, regina degli investigatori, che assurge al ruolo di fustigatrice dei social network: "Per me è tradimento morale anche intrattenere rapporti intensi ed epistolari o chat con altre persone attraverso Facebook. Mi chiedo: perchè non farlo con il partner? Sono segnali che manca qualcosa".
Che due... cocomeri! Meglio allora, guardare il Grande Fratello? O X Factor? O Amici? O Sanremo? Perchè voler fare, ostinatamente, la somma di 2+2 su qualsiasi tema?
Avete voluto il progresso, avete voluto circondarvi dei migliori confort? Telefonini, Internet e quant'altro? Bene, ora godetevi gli effetti, anche quelli collaterali. E non rompete le palline, please...

Nessun commento: