Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

21/12/11

Stimmate di vita



Inizio con una doverosa precisazione: “@stenersi perditempo” NON E’ un diario auto celebrativo. Avrebbe annoiato me per primo, figuriamoci gli altri. Più semplicemente è un percorso, che si dipana attraverso storie esemplificative (tutte realmente accadute) e per mezzo delle quali ho raccontato situazioni che ruotano attorno agli incontri tra persone che si conoscono tramite una chat o gli annunci per cuori solitari. Racconto ansie, aspettative, imbarazzi, figuracce, equivoci, malintesi. Alzi la mano chi non è mai stato protagonista di un “appuntamento al buio”, magari organizzato da un amico o da un’amica. Molti non hanno il coraggio di ammetterlo, ma il successo delle messaggerie o di siti specializzati come MEETIC o BADOO racconta un’altra verità.

“@stenersi perditempo” è il racconto autobiografico di un vizio, di un’ossessione. Ciò che all’inizio doveva essere solo un mezzo diventa “il” fine, perché la procedura è semplice e i risultati sorprendenti. Difficile staccare la spina: il metodo è indolore, il ricambio è facile, anche se il rovescio della medaglia fa emergere un sottobosco di solitudine che è un po’ la colonna sonora di tutto il libro.
Si ride molto, leggendo le oltre 200 pagine: in alcuni passaggi può sorgere il dubbio che qualche storia sia stata ispirata dalla fantasia dell’autore (che sarei io..), talmente grotteschi e inverosimili appaiono i contenuti. Invece è tutto vero: quello degli appuntamenti al buio è un universo strano, contorto, indecifrabile. Un uomo timido può trasformarsi in un “tombeur de femmes”, una donna irreprensibile può diventare una “femme fatale” anche se per una sola notte. La luce del giorno lava tutto, e una notte di sesso e di passione viene spesso archiviata alla voce “Buona la prima”. (Questo il titolo di un capitolo del libro dove racconto di una fame bulimica che fa diventare ostaggi di se stessi..).

Prossimo post:  I primi 10 capitoli in pillole