Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

30/04/12


Che dire? Uno ci prova, con tutti i suoi mezzi, o quasi. Ci mette entusiasmo, passione, costanza, abnegazione. Spesso, però, non basta. Certe sfide, da difficili diventano impossibili. Mi hanno fatto credere che l'editoria E-book stia facendo passi da gigante. Sarà, ma qui da noi non credo che i tempi siano maturi. Già si legge poco, perché la maggior parte delle persone si sta bevendo il cervello con gli iPhone e le varie applicazioni, figuriamoci che scarso appeal possa avere l'editoria E-book. Il fascino del libro cartaceo è ancora unico, inutile girarci intorno. Se poi si aggiunge una considerazione dei media al di sotto delle aspettative, per ciò che riguarda "Astenersi perditempo", ecco che il quadro si completa. E la causa principale, probabilmente, riguarda la forma del progetto, più che la sostanza. Non ho grandi rimpianti: quello che dovevo e potevo fare, credo d'averlo fatto, e nessuno potrà mai dimostrarmi che anche in libreria il destino sarebbe stato lo stesso. Amara consolazione? Può darsi, ma come diceva Alessandro Manzoni... "Meglio agitarsi nel dubbio, che riposare nell'errore".