Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

29/05/12

E io pago! (anzi ..no)


Qualche giorno fa, nella cassetta della posta, ho trovato la lettera di una casa editrice a cui avevo inviato il manoscritto di "Astenersi perditempo".  Il plico era abbastanza voluminoso, per cui mi son detto: "Non sarà un semplice "No, grazie!", bensì una proposta di pubblicazione a pagamento". Ci ho preso in pieno, come un mago Otelma qualsiasi!
"Gentile Gianni... Le scriviamo perché, dopo un'attenta valutazione della Sua opera letteraria, vorremmo proporLe l'inserimento della stessa all'interno del catalogo editoriale della nostra casa editrice".
Ah, però! Vuoi vedere che stavolta ci siamo? Segue un'ampia parte dedicata al piano promozionale, prima di arrivare al fatidico paragrafo: "Seppure, come qualsiasi altra realtà, ci troviamo costretti a chiedere un contributo economico agli autori che non abbiano ancora maturato la necessaria visibilità nel settore, ci teniamo a precisare che la nostra politica editoriale spicca per rigore e innovazione..."
In termini concreti, dovrei acquistare le prime 200 copie del libro, per poi tentare di rivenderle ad amici o semplici conoscenti. Cosa di per sé fattibile, ma sarebbe quindi un meccanismo a circuito chiuso, senza una capillare "penetrazione" (non pensate male..) sul mercato! 
Eh, no, non ci sto! Ora farò una controproposta alla casa editrice in questione, del tipo: "Facciamo insieme una scommessa, ma non chiedetemi soldi! Piuttosto, per le prime 500 copie vendute non chiedo alcuna percentuale, in più vi darò un grosso sostegno per ciò che riguarda il piano delle varie promozioni!".
Secondo voi, accetteranno o...  è più probabile che mi congiunga carnalmente con Penelope Cruz?