Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

26/06/12

Indietro tutta...


Appuntamenti al buio nell'era pluri-digitale. Se ne fanno ancora? Ho più di un dubbio. Per fortuna,  il mio status di "Astenersi perditempo" e tutto il retaggio che si porta appresso, è nato come stile e concetto nei primi anni novanta, quando la tecnologia era solo agli inizi. Sono stato fortunato, perché a quel tempo (ormai sono passati quasi vent'anni!) c'era molta più voglia di esporsi e di rischiare, anche da parte del gentil sesso.  Oggi ruota tutto intorno a una virtualità estrema che proprio non mi piace. Le donne passano ore e ore su Twitter o Facebook, spesso creano identità fittizie per sentirsi adulate, corteggiate, bramate, per sentirsi ciò che non sono. Donne di 80 kg  che, per magia, ne perdono 30 con un colpo di mouse, donne oggettivamente bruttine che trovano il loro riscatto in un clic. Anche gli uomini non sono da meno, con le proprie ataviche insicurezze, con i loro infiniti "bla bla bla" Si stava meglio quando si stava peggio? Ahimè, si!