Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

29/04/13

Un giorno in libreria



Una bellissima esperienza, quella vissuta un paio di settimane fa alla LIBRERIA IL TRITTICO di Milano. Per prima cosa desidero ringraziare pubblicamente i titolari per avermi dato l'opportunità di promuovere "Astenersi perditempo". Sono segnali importanti, ancorché piccoli, quasi impercettibili. Il mio libro incuriosisce, piace, suscita interesse, quindi c'è disponibilità da parte dei librai. Essere al di qua della barricata procura delle piacevoli sensazioni. La libreria è un mondo: arriva gente comune, magari anche qualche faccia conosciuta, oltre agli immancabili questuanti che tutto vogliono fuorché un libro. Ci sono amici dei negozianti, gente che abita lì da una vita e che entra con una brioche, un pasticcino, o semplicemente vuole scambiare due chiacchiere. La normalità che diventa eccezione per chi, come me, si trova a vivere un'esperienza nuova e stimolante. Vengo così a sapere, per esempio, che i giapponesi entrano, girano per le corsie, sfogliano libri e se ne vanno senza salutare. Per loro, pare che il negoziante sia una categoria "inferiore". Non mi stupisco più di tanto, considerando cosa se ne fanno dei cani...
Bello, bello, bello, tutto bello a parte quest'ultimo aneddoto. Però ... c'è un altro "però": la gente legge sempre meno! Non si fa fatica a crederlo, visto che ormai la maggior parte delle persone si rimbambisce sul proprio cellulare dalla mattina alla sera. Io ancora no, per fortuna e, credetemi, la reputo davvero una GRANDE FORTUNA!