Il libro "Astenersi perditempo" è prenotabile presso tutte le librerie del circuito Feltrinelli

18/06/14

I migliori anni...

Eh sì, sono stati proprio dei begli anni! Non so se i migliori, ma di certo dal 2008 a oggi è stato un susseguirsi di emozioni: belle, meno belle, momenti di euforia alternati a periodi di pessimismo nero. Gli anni di "Astenersi perditempo": dei pellegrinaggi presso le case editrici, le solite risposte ("Grazie, idea carina ma... per me è no...") le risposte incoraggianti ma con la solita sostanza ("Provi con qualche casa editrice più piccola") e i "Le faremo sapere" senza mai una risposta. 
Fino al giorno in cui..  la casa editrice GIRALDI ha detto: "Sì, ci interessa, venga a firmare il contratto!".
Ora, lentamente, si volta pagina: il nuovo romanzo "Il cielo color fragola" è in cantiere, procede a ritmi talvolta blandi e talvolta spediti. Procede, insomma...  ma è prematuro dire quando sarà ultimato.
Anche come stile di vita, "Astenersi perditempo" ha conosciuto l'oblio. I social network hanno rivoluzionato (in peggio, ovviamente) il modo di interagire e di comunicare. Credo che oggi di appuntamenti al buio non ne avvengano quasi più.
Lontani i tempi in cui ti scorreva l'adrenalina a mille per gli incontri nuovi che ti apprestavi a fare.. magari più volte in una settimana. I magici rituali, i dettagli per il luogo dove incontrarsi, come riconoscersi. 
E poi....  le serate a sorpresa... quel frugare indiscreto tra gambe sconosciute, sapori perduti di un'incoscienza mista a solitudine e noia, chissà. Vere condivisioni di vite comuni, a volte disperate.  
Oggi basta un "selfie", ieri avevamo bisogno di calore e di un vero contatto tra pelli. 
Benvenuto progresso, ma i migliori anni sono stati altri...